Scoprire la Valle D'Aosta

Le Battaglie delle Regine

_DSC8640

Le mandrie di bovini, come molti altri gruppi di animali, sono governate da una gerarchia interna che ne disciplina la convivenza. In particolare, nel caso della razza valdostana pezzata nera o castana, gli esemplari dominanti sono chiamati “Reines” (“Regine” in francese) e si distinguono dalle gregarie per la corporatura robusta e il carattere battagliero.
Durante le salite all’alpeggio, tra le Regine avvengono spesso combattimenti spontanei che ne stabiliscono la posizione sociale in un processo di naturale determinazione degli equilibri e, prendendo spunto da questa attitudine, ogni anno in Valle D’Aosta si svolgono dei combattimenti programmati chiamati appunto “Les Batailles de Reines”.
In un campo transennato per ricevere questi esemplari possenti, le Regine vengono fatte entrare e posizionate a coppie una di fronte all’altra.
È impressionante vedere come l’attitudine naturale emerga in poco tempo senza intervento umano alcuno: mentre i proprietari rimangono lì accanto a guardare, le due regine si studiano prima del conflitto. Alcune assumono immediatamente posizioni aggressive, altre invece manifestano il totale disinteresse a combattere, e se ne vanno senza nemmeno mettersi in gioco. Quando invece entrambi gli esemplari si dimostrano desiderosi di affrontarsi, gli scontri si svolgono a suon di testate e spinte: la prova di forza termina dopo qualche secondo, quando è evidente chi sia stato sottomesso e chi, invece, abbia trionfato.
Non sono combattimenti forzati né cruenti, ed è bellissimo osservare il carattere delle singole regine che si affrontano lealmente e senza costrizione davanti ad un cumulo di terra smossa.
Quando si trovano una di fronte all’altra le regine mettono in atto, infatti, un rituale corporeo di sfida smuovendo la terra con gli zoccoli anteriori e strusciandovi il collo nel mezzo, con un’agilità che sembra difficile immaginarsi da animali così massicci. Una danza naturale che vale la pena di essere vista almeno una volta, perché capace di appassionare non solo allevatori e addetti ai lavori, ma anche turisti e appassionati.
Il calendario dei combattimenti è ricco di appuntamenti lungo tutto l’arco dell’anno sul territorio regionale Valdostano, per culminare poi nella grande finale di Aosta del 19 ottobre 2014.

Per informazioni su “Les Battailes de Reines”: www.amisdesreines.it

Per visualizzare il calendario eventi, cliccate QUI.

Per prenotare il vostro soggiorno in Valle D’Aosta con Slow Holiday: www.slowholiday.it

 

[English Version]

The Battle of Queens
_DSC8796

The herds of cattle, like many other groups of animals, are governed by an internal hierarchy that rules the cohabitation. In particular, in the case of the black or brown piebald breeds of Valle D’Aosta, dominant specimens are called “Reines” (“Queens” in French), and are different from the gregarious cows because o the robust body structure and the combative temperament.
During the climb to the pastures, Queens normally fight spontaneously to establish their social position in a process of natural balances determination: inspired by this attitude, every year in Valle D’Aosta fights are programmed and scheduled in “Les Batailles de Reines” events (The battles of Queens.
These mighty queens are brought into a fenced field and positioned in pairs facing each other. It is impressive to see how their natural attitude emerges in a short time without any human intervention: while their owners are next to them, just watching, the two queens study the situation before the conflict. Some take immediately aggressive positions, while others show the total lack of interest in fighting, and go away without even starting the game . However, when both cows are eager to fight, disputes take place by head butting and pushing: the performance ends after a few seconds, when it is obvious who is the dominant and who the subdued.
They are not forced to fight, and it is beautiful to observe the character of each queens that comes to light while they play right without coercion in front of a pile of loose earth.
When they are facing each other, in fact, queens put in place a body ritual of provocation stirring up the ground with their front hooves rubbing the neck in the middle of it, with an agility that seems hard to imagine for such burly animals.
A natural dance that is worth to be seen at least once, because it can be enjoyed not only by farmers and experts, but also by tourists and enthusiasts. The Battles of Queens are scheduled throughout the year in the Valle d’Aosta region, and end in the grand finale of Aosta on 19 October 2014.

To book a stay in Valle D’Aosta with Slow Holiday, visit: www.slowholiday.it

For “Les Battailes de Reines” calendar click HERE.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s