Scoprire la Valle D'Aosta

Gelato a Km 0: una rivoluzione tutta Valdostana

Ottenere un prodotto finale di alta qualità significa non lasciare niente al caso e prendersi cura di ogni dettaglio, passaggio per passaggio: dall’individuazione delle materie prime migliori al modo in cui viene consegnato nelle mani del cliente, il prodotto deve essere accudito e amato.
Questa la filosofia che ha animato il progetto del Gelato a Km 0 nato dalla passione di Paola Voulaz e Nica di Pietrantonio – proprietarie dell’Hotel La Torretta e di Maison Dominique di Challand-Saint-Anselme – per la Valle d’Aosta e i suoi sapori: un esempio di imprenditoria femminile illuminante.


A La Torretta il gelato artigianale si produceva già 40 anni fa. Era una delle poche realtà di questo tipo in tutta la Regione, e ci divertivamo a sperimentare strade nuove quando ancora nessuno lo faceva, utilizzando anche verdure ed erbe aromatiche per ricercare sapori diversi e scoprire nuove strade del gusto.
A parlare è Paola Voulaz, la cui famiglia gestisce l’Hotel La Torretta da quasi un secolo: “Lo scorso anno abbiamo deciso di riportare in vita il piccolo laboratorio di famiglia, ripescando antiche conoscenze e strumenti tradizionali, ma il vero salto di qualità lo abbiamo fatto grazie a Donata Panciera.
Donata Panciera, erede di una grande famiglia di gelatieri e Maestra di Gelateria conosciuta in tutto il mondo, ha infatti insegnato a Paola e a suo nipote Nicolò i segreti per migliorare e perfezionarsi.
L’affinamento del processo produttivo del gelato artigianale ha reso così completa la catena d’eccellenza del Gelato a Km 0, che ha inizio nei pascoli d’alpeggio e termina in una coppetta tra le mani dei buongustai.
La genesi di questo prodotto parte infatti dai prati delle montagne dell’Alta Valle d’Aosta dove crescono ben 36 erbe officinali in ogni metro quadrato: il latte delle mucche che si nutrono di questa vegetazione, oltre ad essere profumatissimo, è quasi una medicina naturale.


Dopo la mungitura nelle stalle di malga, questo nettare viene portato alla Fromagerie di Brusson, in Val d’Ayas, a pochi chilometri dalla Torretta, punto di convergenza di 50 allevamenti della zona e di circa due milioni di litri di latte all’anno. La Fromagerie è uno dei luoghi di riferimento non solo per la pastorizzazione del latte e la produzione dei formaggi tipici secondo procedure tradizionali, ma anche per gli agricoltori della valle che producono e vendono miele, insaccati, liquori, piccoli frutti, verdure, erbe officinali e molto altro ancora.


Il latte pastorizzato arriva quindi nel laboratorio de La Torretta, dove viene utilizzato da Paola e Nicolò come base per la produzione del loro gelato insieme ad altri prodotti di prima scelta: “Le fragoline di bosco, i lamponi e gli altri piccoli frutti che usiamo per i nostri gusti sono tutti autoctoni, a parte gli ingredienti che per forza di cose devono essere reperiti al di fuori del nostro territorio (come ad es. i limoni, il cacao, nocciole, pistacchio). Ricreiamo anche sapori fortemente evocativi per la tradizione gastronomica valdostana: in più di un’occasione hanno avuto grande successo, ad esempio, il gusto al vin brulè e quello alla polenta e brossa.”


Paola e Nica hanno avuto poi un’idea grandiosa: portare il gelato alla gente.
A bordo di un furgone tatuato con un’adorabile grande mucca e di un carrettino in legno come quelli dei gelatai di una volta, presidiano feste di paese, sagre e fiere, concerti ed eventi e fanno conoscere il loro ottimo prodotto a residenti e turisti: “Ci sono state occasioni in cui la gente è rimasta in fila per più di un’ora pur di riuscire a gustare il nostro gelatospiega Nica– Il prodotto ha avuto così successo che ora, dopo solo pochi mesi di attività, stiamo già rifornendo alcune realtà locali. La scelta della qualità e della cura ci ha ricompensato non solo con la bontà del nostro prodotto, ma anche con il suo successo.


Il Gelato a Km 0 sarà anche sponsor dell’edizione 2014 del Tor Des Géants, l’ultra trail più duro al mondo.
Il Gelato a Km 0 è fresco ogni mattina, non ha coloranti né conservanti: “Le persone si stupiscono di scoprire che il pistacchio naturale non è del verde sgargiante che sono abituati a vedersi nella coppetta di solito.”
Incoraggiate dagli ottimi risultati, Paola e Nica hanno deciso di fare un ulteriore passo: ospitare a La Torretta dei corsi di Donata Panciera, per dare a tutti coloro che fossero interessati a conoscere i segreti della produzione artigianale un’occasione di incontro e formazione.
Ci sarà un corso dedicato alla produzione casalinga del gelato classico, uno dedicato ai gusti speciali a base di spezie, erbe, formaggi e uno focalizzato sulla produzione di gelato vegano. Donata Panciera – spiega Nica – è rimasta con Paola qui nel nostro laboratorio per un’intera settimana per trovare la ricetta perfetta che rispettasse le regole vegan fin nel più piccolo dettaglio (zuccheri e grassi compresi) senza che il prodotto finale perdesse gusto e bontà. Il risultato è strepitoso.
Un successo meritato, un esempio di artigianalità gastronomica di alto livello che riesce a combinare genuinità e gusto.

10/11/12 ottobre 2014
“I CLASSICI” Gelato in famiglia
Una splendida vacanza in Valle d’Aosta durante la quale Donata Panciera insegnerà come preparare in casa ottimi gelati naturali dai gusti classici della tradizione quali il fiordilatte, la crema vaniglia, il cioccolato, la nocciola, il pistacchio, i sorbetti alla frutta e altri. Il corso che potrà essere residenziale, avrà la durata totale di 14 ore; inizierà alle 15.30 di venerdì pomeriggio per terminare alle ore 13.30 di domenica.

10/11/ gennaio 2015
“GLI SPECIALI” Il Gelato per i vegani da preparare in famiglia o in gelateria.
Durante questi due giorni Donata Panciera preparerà ottimi gelati senza alcun prodotto animale adatti a chi segue un alimentazione di tipo vegano. Il corso che potrà essere residenziale nel bellissimo albergo “La Torretta” in Valle d’Aosta inizierà sabato mattina alle ore 8.50 e terminerà domenica alle 17.30, per un totale di 14 ore.

8/9/10 maggio 2015
“I CREATIVI” Gelato in famiglia
Una splendida vacanza in Valle d’Aosta durante la quale Donata Panciera insegnerà come preparare in casa ottimi gelati naturali dai gusti “creativi” a base di creme e di frutta con spezie, erbe, formaggi e altro. Il corso è dedicato sia a chi ha già frequentato precedentemente “I classici” che ai neofiti. Potrà essere residenziale e avrà la durata totale di 14 ore; inizierà alle 15.30 di venerdì pomeriggio per terminare alle ore 13.30 di domenica.

 

Foto di Damiano Moretti


[English Version]

The Zero-mile Ice-Cream: a revolution that starts in the Aosta Valley

Nica di Pietrantonio e Paula Voulaz

Nica di Pietrantonio e Paula Voulaz

To obtain a high quality final product nothing must be left to chance and every detail must be meticulously studied, step by step: from the best raw materials to the way in which it is delivered into the hands of the customer, the product must be loved.
This is the philosophy that inspired the Zero-mile Ice-Cream, born thanks to the idea of Paola Voulaz and Nica di Pietrantonio – the owners of the Hotel La Torretta and Maison Dominique in Challand-Saint-Anselme – and their affection for Valle d’Aosta’s nature, tradition and flavors: an enlightening example of female entrepreneurship.
At La Torretta Hotel homemade ice-cream was already produced 40 years ago. It was one of the few place of its kind in the region, and we had a lot of fun experimenting new tastes when nobody did, even using vegetables and herbs to research different flavors.


Paola Voulaz, whose family has been running Hotel La Torretta for almost a century, goes on: “Last year we decided to bring back to life the small family workshop, revived ancient knowledge and traditional tools, and thanks to Donata Panciera we improved our production process by leaps and bouds.
Donata Panciera, heir to an important family of ice-cream makers and famous Ice-Cream Master, taught the top production’s secrets to Paola and her grandson Nicolò.
The refinement of the manufacturing process completed the chain of excellence of the Zero-Mile Ice-Cream, which begins in the mountain pastures and ends in a cup in the hands of foodies.
The genesis of this product in fact starts on the Aosta Valley’s meadows where in every square meter of grass grow 36 medicinal herbs: the milk of cows that feed on this vegetation is not only tasty and scented but it is almost a natural medicine.


Out of the alpine milking stalls, this nectar is brought to the Fromagerie in Brusson, a little village in Val d’Ayas, a few miles from the Hotel La Torretta: this is the convergence point of 50 local livestock and of about two million liters of milk per year. La Fromagerie is one of the points of reference not only for the milk pasteurization and typical local cheeses’ production according to traditional procedures, but also for the farmers that produce and sell honey, sausages, spirits, small fruits, vegetables, herbs and much more.


Pasteurized milk arrives at La Torretta’s laboratory, where it is used by Paola and Nicolò as the basis for the production of their ice-cream along with other first-quality raw materials: “The wild strawberries, raspberries and other small fruits that we use to produce our flavors are all indigenous, except those that inevitably have to be sourced outside of our territory (such as lemon, cocoa and so on). We recreate also highly evocative flavors for local gastronomy: in more than one occasion we had great success, for example, selling the mulled wine and the Polenta and Brossa flavors.”


Paola and Nica then had a great idea: to bring the ice-cream to the people.
On board of a van, tattooed with a lovely big cow and with an ancient wooden cart, they are present to villages’ festivals and fairs, concerts and events, and sell their excellent product to residents and tourists. “In some occasions people have been queuing for over an hour just to be able to enjoy our ice-cream – Nica di Pietrantonio explains – The product has been so successful that now, after only a few months of activity, we are already supplying restaurants and ice-cream parlors. Our choice of passion and love has rewarded us not only with the product quality, but also with its success.
Zero-Mile Ice Cream will be also sponsor for the next edition of “Tor the Geants“, the hardest ultra-trail race in the world.


It is fresh every morning, no colorants or preservatives: “People are surprised to discover that the natural pistachio green is not the flashiest one that they are used to
Encouraged by the excellent results, Paola and Nica have decided to go one step further: at La Torretta will be held some Donata Panciera’s classes, to give all those who are interested in the secrets of ice-cream production the opportunity for meeting and training.
There will be a course dedicated to the homemade production of classic ice cream, one dedicated to special spices, herbs and cheese flavors and one focused on vegan production. “Donata Panciera – Nica says – worked with Paola here in our lab for a whole week to find the perfect recipe that follow the vegan rules down to the smallest detail (including sugar and fat) without the end product loses tastiness. The result is amazing.
A well-deserved success, a high level example of culinary craftsmanship that manages to combine authenticity and taste.

 

Photo Credits: Damiano Moretti

 

Advertisements

One thought on “Gelato a Km 0: una rivoluzione tutta Valdostana

  1. Pingback: Concepire il gelato… in chiave Vegan. | artinmovimento.com

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s